Attendi...
Rimani sempre aggiornato, Diventa Fan di m-Squared su Facebook!

Vuoi rimanere informato sulle novità del tuo settore?
M-Squared ti offre questo servizio gratuitamente.

Iscriviti subito per non perderti nulla!

Gratis. Oggi e per sempre.

Devi compilare
questo campo
Non è un indirizzo
email valido

Cliccando su "Iscriviti gratis" autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.LGS 196/2003

Hai bisogno dei nostri consigli?

I nostri settori di intervento


Fans


Follower

Seguici su Facebook

Seguici su Google+

Seguici su Twitter

14 giugno 2016

CTD: qualità, sicurezza ed efficacia

CTD: qualità, sicurezza ed efficacia

La struttura del dossier a supporto di una domanda di AIC permette di definire e seguire l’intero processo di sviluppo di un medicinale.

Dal 2003 è obbligatorio utilizzare il formato comune Common Technical Document (CTD) in base a quanto previsto dal processo di armonizzazione ICH.

Gli obiettivi dell’introduzione del formato comune sono:

  • ridurre i tempi per l’allestimento del dossier
  • facilitare l’esame da parte delle Agenzie regolatorie
  • facilitare lo scambio di informazioni fra Agenzie e fra Agenzie ed Aziende preparare l’introduzione del formato elettronico del dossier (e-CTD)

Qual è la struttura di un CTD? Il dossier registrativo è organizzato in 5 moduli, che contengono tutte le informazioni relative a qualità, sicurezza ed efficacia.

Modulo 1: informazioni amministrative regionali

Modulo 2: tabella dei contenuti e introduzione del CTD, quality overall summary, non-clinical overview, clinical overview, non-clinical summaries, clinical summaries

Modulo 3: qualità

Modulo 4: non-clinical study reports

Modulo 5: clinical study reports

Il Modulo 1 fornisce informazioni amministrative e non fa propriamente parte del CTD. Il Modulo 2 presenta il quadro generale della documentazione contenuta nel CTD ed è costituito da "High Level Summaries" preparati e firmati da esperti qualificati.

Nel Modulo 3 è contenuta la documentazione chimica, farmaceutica e biologica, i dati sono strutturati in sezioni S, P e A (Sostanza, Prodotto farmaceutico e Appendici) e sono previste anche informazioni regionali (sezione R).

Nel Modulo 4 vengono inseriti i report degli studi di farmacologia, farmacocinetica e tossicologia.

Infine il Modulo 5 presenta i report degl studi clinici (studi biofarmaceutici, studi in campo farmacocinetico con uso di biomateriali umani, studi farmacocinetici sull’uomo, studi farmacodinamici sull’uomo, studi sull’efficacia e la sicurezza, esperienze successive all’immissione in commercio).

Quando deve essere utilizzato il CTD?

  • Per tutte le domande di medicinali, vaccini, radiofarmaci e prodotti erboristici.
  • Per le nuove AIC, per le estensioni di linea, per le variazioni e per i rinnovi.
  • Per nuove molecole, per prodotti generici, ibridi, per domande bibliografiche e per consenso informato.

 

Parleremo approfonditamente dell'argomento durante questo evento

+Copy link

Scrivi qui la tua domanda

I campi contrassegnati da * sono obbligatori.