Attendi...
Rimani sempre aggiornato, Diventa Fan di m-Squared su Facebook!

Vuoi rimanere informato sulle novità del tuo settore?
M-Squared ti offre questo servizio gratuitamente.

Iscriviti subito per non perderti nulla!

Gratis. Oggi e per sempre.

Devi compilare
questo campo
Non è un indirizzo
email valido

Cliccando su "Iscriviti gratis" autorizzi al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.LGS 196/2003

Hai bisogno dei nostri consigli?

I nostri settori di intervento


Fans


Follower

Seguici su Facebook

Seguici su Google+

Seguici su Twitter

06 novembre 2018

Farmaci veterinari: i vaccini

Farmaci veterinari: i vaccini

Le vaccinazioni sono un metodo efficace per prevenire un ampio range di malattie degli animali. Nel tempo sono stati prodotti diversi vaccini efficaci che hanno ridotto significativamente l’impatto di alcune importanti malattie, sia in animali da compagnia che nel bestiame.Oggi, la stragrande maggioranza dei vaccini veterinari autorizzati sono in forma di microrganismi vivi attenuati, microrganismi morti o inattivati, composti delle membrane cellulari o anatossine.I vaccini con microrganismi vivi attenuati possono essere molto efficaci in quanto inducono sia una risposta immunitaria cellulare sia umorale. Tuttavia, una delle principali preoccupazioni associate ai vaccini di questa natura è il potenziale rischio di reversione del microrganismo ad un fenotipo virulento. Vaccini con microorganismi morti o inattivati sono tipicamente più sicuri tuttavia potrebbero essere meno efficaci dei vaccini attenuati. I vaccini in commercio basati su anatossine (tossine inattivate) presentano alcuni svantaggi in quanto richiedono componenti complessi nel terreno di coltura.Le limitazioni legate alle tre tipologie di vaccini esistenti - in combinazione con il fatto che diverse malattie devono ancora essere trattate con successo con un vaccino efficace - richiedono vaccini migliori e più sicuri in grado di prevenire, controllare o eradicare le malattie animali.I vaccini ricombinanti rappresentano una strategia interessante che consente di superare i limiti dei vaccini convenzionali e un certo numero di vaccini razionalmente progettati e subunità hanno già raggiunto il mercato veterinario.In tutto il mondo sono in corso sforzi per sviluppare vaccini più efficaci contro un gran numero di malattie usando la tecnologia del DNA ricombinante.I vaccini ricombinanti sono sviluppati sulla base di antigeni ricombinanti razionalmente progettati e altamente purificati attraverso una progettazione basata sulla struttura, epitopi focalizzati o screening basati sulla genomica. Oltre a migliorare la comprensione dei geni responsabili della virulenza e a facilitare l'identificazione dei determinanti delle risposte immunitarie protettive, questi approcci molecolari hanno fornito nuovi metodi per sviluppare nuovi vaccini contro le malattie infettive, parassitarie o metaboliche.Esempi importanti includono vaccini antirabbici e i vaccini contro la peste bovina. I vaccini antirabbici per gli animali domestici e la fauna selvatica hanno quasi eliminato la rabbia umana nei paesi sviluppati. Grazie all'aumento della consapevolezza dei vaccini, delle vaccinazioni, delle restrizioni commerciali e della sorveglianza, la peste bovina potrebbe presto diventare solo la seconda malattia (dopo il vaiolo) ad essere debellata a livello globale.I vaccini animali possono essere sviluppati e concessi in licenza molto più rapidamente dei vaccini umani. Per proteggere efficacemente la salute degli animali e la salute pubblica, essi devono essere ampiamente utilizzati e accessibili. Il processo di regolamentazione deve soddisfare l'esigenza di garantire la sicurezza e l'efficacia senza aumentare i costi di autorizzazione e di produzione al punto da non essere accessibili all'utente finale.

+Copy link

Scrivi qui la tua domanda

I campi contrassegnati da * sono obbligatori.