Psicologo e Mental Coach: quali sono le differenze?

Meglio uno psicologo o un mental coach? Benché vengano spesso sovrapposte, queste due figure hanno due funzioni ben distinte.

La parola coach significa “allenatore”. Il coach è infatti un professionista che supporta nella motivazione e fornisce strumenti affinché gli obiettivi prefissati possano essere raggiunti. Lo psicologo invece è un professionista sanitario che si occupa di studiare e analizzare processi psichici, mentali e cognitivi (consci e inconsci), con l’obiettivo di fornire sostegno.

Le aziende stanno attraversando un delicatissimo periodo ricco di cambiamenti. Le modalità di lavoro e di mantenere le relazioni sono diverse. In questo scenario, per guidare i gruppi di lavoro servono nuove soft skills e occorre lavorare sullo sviluppo personale dei manager così che possano essere in grado di adottare un nuovo stile di leadership. Il modello tradizionale di gestione “comando-controllo”, infatti, non è più efficace nell’ambiente attuale. Occorre imparare a dare risposte rapide, essere creativi e resilienti, stimolare le risorse di ogni membro della squadra; occorre quindi agire come Team Peak Performer (capo spedizione che conduce il gruppo alla meta). A chi rivolgersi per supportare lo sviluppo personale?

Vediamo più nel dettaglio quali sono le principali differenze tra lo psicologo e il Mental Coach:

  • Formazione

Psicologo Mental Coach
Laurea e tirocinio abilitante in psicologia + eventuale scuola di specializzazione.

Obbligo d’iscrizione ad un Albo Professionale per poter esercitare la professione

Libera professione: non esistono requisiti minimi o normativa di riferimento. Non sussiste inoltre l’obbligo d’iscrizione ad un albo professionale, esistono però diverse associazioni che perfetto di ottenere maggiori riconoscimenti.

 

 

  • Ambito di lavoro

Psicologo Mental Coach
È un professionista che è portato ad analizzare le cause di determinati comportamenti.

 

Lavora sul passato per comprendere e modificare i comportamenti del presente.

 

È una relazione d’autorità, in cui non si cerca solo qualcuno che vi alleni per migliorarvi, ma anche che vi aiuti a conoscervi meglio e a risolvere i vostri problemi.

È un professionista che mobilita le risorse personali del coachee al fine di trasformare problemi in opportunità.

 

Lavora sul presente, per migliorare le tue prestazioni future.

 

  • Tipologia di relazione

Psicologo Mental Coach
Relazione di fiducia e d’autorità in cui non si cerca solo qualcuno con cui migliorarsi ma anche qualcuno che ci aiuti a conoscerci meglio e risolvere eventuali problemi. È una relazione facilitante, un’alleanza, dove il coachee è al centro del processo.

Il coach opera affinché, attraverso i momenti d’incontro, il coachee si attivi per agire in autonomia e così raggiungere i suoi obiettivi.

 

Per capire quale professionista può essere maggiormente indicato per la situazione occorre partire dalla necessità che ci muove: desidero migliorare le mie prestazioni e trovare strategie per migliorare le mie performance? Oppure ho necessità di indagare le motivazioni che mi spingono ad assumere determinati comportamenti?

Se vuoi approfondire e sperimentare in prima persona come funziona il coaching, ti aspettiamo il 17 gennaio alla nostra Masterclass.

Elisabetta Gatti | Academy Specialist

 

Diventa Team Peak Performer

17 Gennaio 2022 | Esperienza immersiva con tecniche e strumenti del Mental Coaching. 

Published On: Gennaio 11th, 2022Categories: In evidenza, Non categorizzato

Tag

STAY IN THE LOOP

Iscriviti alla nostra newsletter.

Related Posts

View all
  • Dimensioning a market is a challenge and doing it on undefined products is even more difficult. If you add then […]

    Continue reading
  • Il technical writing è un tipo di comunicazione scritta che tratta argomenti di natura tecnica in maniera accurata e concisa, […]

    Continue reading
  • Il team di m-Squared Consulting, società di consulenza tecnica nella gestione di progetti complessi per le più importanti realtà Life Science […]

    Continue reading
  • Quanto è importante il trattamento statistico dei dati per il sistema di qualità? La tendenza attuale delle GMP è di […]

    Continue reading