Blog

Jobs on the Rise prevede crescita per fine anno. Quali i settori interessati?


Jobs on the Rise

Sono tempi difficili per la ripresa economica, e le condizioni non sono delle più favorevoli ma c’è una luce in fondo al tunnel. 

Il ministro dell’economia Daniele Franco nelle ultime ore si è pronunciato, nel corso diun dibattito con il ministro delle Finanze britannico, Rishi Sunakparlando di quanto la pandemia legata al Covid 19 sia stata una lezione molto dolorosa per il tessuto economico e sociale del nostro paese, che ci ha colti impreparati. 

E’ previsto, nel corso del primo trimestre, un lieve calo del PIL, che recupererà gradualmente nel secondo, per poi accelerare in maniera importante nel terzo e quarto trimestre dell’anno in corso. Consapevolezza del contesto fragile in cui ci troviamo al momento, dunque, ma in contemporanea anche ottimismo per quelli che saranno gli sviluppi dei prossimi mesi, che lasciano ben sperare. Daniele Franco ha sottolineato anche l’adozione, ancora in corso, di misure di sostegno all’economia del paese, pari all’1,5% del PIL, e come altre misure saranno ulteriormente adottate nelle prossime settimane, lasciando presagire un’uscita graduale dalle misure di sostegno verso la fine del 2021. 

La ripresa economica preannunciata da Daniele Franco, potrebbe essere il preludio ideale per una crescita dell’occupazione, anche se, osservando i dati emersi dalla ricerca Jobs on the Rise 2021 Italia di Linkedin, possiamo cogliere dei segnali incoraggianti.

Le professioni nell’ambito dell’istruzione, della medicina specializzata, del marketing digitale, della tecnologia, dei servizi creativi, del farmaceutico e della ricerca e del settore assicurativo e finanziario sono tra quelle per cui si è registrata un’importante crescita della domanda nell’ultimo anno in Italia.

Questo a seguito dell’analisi delle attività dei 15 milioni di membri di Linkedin nel nostro Paese. 

In sintesi, uno scenario in continua trasformazione come quello attuale, sta effettivamente creando a sua volta nuove opportunità di lavoro. Da questo punto di vista, la pandemia ha portato le aziende a innovare, a cambiare pelle, per adattarsi ai cambiamenti, trovando nuovi modi per offrire supporto e servizi ai propri clienti: in m-Squared, abbiamo fatto lo stesso, intravedendo nel cambiamento una grande opportunità.

Alla luce del prospetto di ripresa economica nei prossimi mesi secondo il rapporto Jobs on the Rise nel nostro Bel Paese, e dell’aumento della domanda di professionisti in diversi ambiti, tra cui quello Life Science, riteniamo ancor più strategica la nascita della nostra nuova Business Unit, HR&Placement, interamente dedicata a fornire alle aziende un concreto supporto per quanto riguarda la ricerca e la selezione di personale tecnico-scientifico, nel tentativo di garantire l’incastro perfetto all’interno del mosaico aziendale.

Ci sarà sempre più bisogno, in tempi dinamici e di trasformazione come quelli che stiamo vivendo, di poter contare su un player affidabile, di qualità, e soprattutto tecnico: in m-Squared possiamo aiutare le aziende a trovare i profili più adatti alle loro richieste, perché noi stessi siamo professionisti Life Science, al servizio di professionisti Life Science!

Per saperne di più sui nostri servizi dedicati al mondo delle risorse umane, clicca sul seguente link:  HR & Placement – m-Squared (m-squared.it) 

Davide Monaca | HR & Placement Manager